Come scegliere al meglio la stampante

Il mondo della tecnologia ha ormai fatto passi da gigante. Ci ritroviamo un poco tutti, anche a casa, con PC, casse, scanner e l’immancabile stampante. Ma come possiamo scegliere quella che fa al caso nostro? In primis possiamo spulciare una guida stampanti anche perché considerando tutti i dispositivi oggi disponibili sul mercato, quello di acquisto potrebbe essere un processo a dir poco scoraggiante.

Come stabilire quale stampante è giusta per le proprie esigenze

Un primissimo punto da considerare per stabilire se la stampante scelta sia quella giusta per noi è comprendere che tipo di lavoro dovrà andare a svolgere (in base alle nostre esigenze).

  • La stampante domestica

Se abbiamo bisogno di un apparecchio per uso domestico, allora ci serve un dispositivo progettato per la stampa a basso volume. Si tratta di stampanti molto versatili che sanno gestire documenti e immagini a colori

Le stampanti a getto d’inchiostro sono state le prime a riempire le case quando la mania del PC fisso con accessori ha preso ad impazzare. Tuttavia oggi l’economia, la durata e il miglioramento delle prestazioni non le rende molto adatte. Per cui in molti optano per le stampanti laser, che garantiscono qualità e risparmio.

  • La stampante da ufficio

Anche quando si parla di stampante per l’ufficio la scelta ricade sempre sul laser. Le stampanti laser possono stampare grandi volumi di testo (e a lungo termine) il che le rende ideali per gli uffici. Ovviamente serve un tipo di stampante professionale, magari multifunzione che mette a disposizione funzionalità di scansione, copia e fax. Le stampanti laser a colori sono perfette se capita di avere le esigenze di stampare file colorati in aggiunta alle esigenze di stampa di documenti ad alto volume dell’ufficio.

Stampa creativa

Un discorso a sé stante vale per le stampanti a getto d’inchiostro ideale per stampe di immagini colorate. Se dunque l’esigenza si fonda su questa tipologia di dispositivo, il consiglio è di non selezionare stampanti economiche, altrimenti il rendimento rischia di non essere di qualità.

La maggior parte delle stampanti a getto d’inchiostro a basso costo consuma molto più del previsto, per non parlare delle loro cartucce che solitamente hanno al loro interno una quantità di inchiostro molto più bassa rispetto ai modelli più costosi. Affinché si possano ottenere stampe a colori di alta qualità, si suggerisce l’acquisto di apparecchi a getto d’inchiostro con non meno di 6 vasi d’inchiostro. Epson e Canon sono tra i brand più convenienti in tal senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *